Passo del Biscia-Varese Ligure

Uscita con amici, Germano e Massi, di domenica mattina. Si parte presto, 7.30 e siamo già in strada, fresco e buonumore.
Obiettivo passo del Biscia, che non ho mai affrontato e non mi ricordo esattamente come sia, fatto in macchina anni fa e comunque come diceva Eddie Merckx “Fai una strada in macchina e ti fai un’idea, la fai in bici e te ne fai un’altra”.

Si procede a passo abbastanza spedito per i miei canoni, sono un diesel, prima di scaldare le gambe e rompere il fiato mi ci vuole sempre tanto. Gli altri due partono a bomba, boh…

Arrivati nell’entroterra di Chiavari, a Carasco prendono per la Forcella, arrivati a Terrarossa chiedo a Ge dove stiamo andando, visto che per andare al Biscia bisogna passare da Settembrin, il famoso ristorante. Allora con i due fanno finta di aver sbagliato strada!?!?!?! Avessi avuto una mannaia probabilmente gliel’avrei piantata nella schiena, si sono accordati per prendermi in giro confidando nella mia ignoranza, ok mi sono detto questa la pagherete in futuro, me la lego al dito. 😉

Comunque va beh, si torna indietro dopo aver buttato 6 km nel cesso, sia come fatica che come tempo che Ge ha già risicato, torniamo indietro e ci dirigiamo in direzione Biscia. La salita è piacevole e non molto dura, nel primo tratto si sale nella Val Graveglia, molto verde e piccoli paesini sperduti. Andando avanti la cosa si fa più impegnativa, arrivati ad Arzeno Ge ci saluta e torna indietro, pensavo scherzasse, invece no, deve tornare a casa ancora prima di quanto mi aveva detto.

Rimaniamo io e Massi all’avventura, entrambi senza aver mai fatto il passo, ma alla fine scolliniamo soddisfatti dell’impresa, alcuni tratti erano davvero impegnativi come pendenze, si toccavano le due cifre senza problemi.
Ci dirigiamo in direzione Varese Ligure sul versante opposto, proseguiamo verso la galleria ma svoltiamo in direzione Santuario di Velva, dove miglioro un po’ il mio tempo fatto segnare l’anno scorso.

Scendiamo da Castiglione Chiavarese verso Sestri e puntiamo verso casa per il ritorno, sono un po’ di fretta quindi a malincuore saluto Massimiliano che non ha voglia (giustamente avendo tempo) di sputare l’anima su per Le Grazie. Bellissimo giro! 😀

Traccia StravaTraccia GarminVideo3d

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *