Settimana di rientro e Portofino-Riva-S.Maurizio

La settimana si è svolta con il rientro in ufficio dopo il weekend malaticcio, Lunedì ancora non ero in forma ed ho saltato la palestra, mercoledì e venerdì invece sono andato ed ho svolto un discreto lavoro. Come al solito lavoro per cercare di buttar giù peso, pochi pesi etc.

Il weekend si dichiarava piuttosto impegnato a livello famigliare, allora questa mattina ho preso festa per cercare di fare un giro in bicicletta. La palestra di ieri si faceva sentire ancora nelle gambe, sopratutto il tapis roulant che le indurisce un po’.

Il modello Garmin Edge 500
Il modello Garmin Edge 500

E’ arrivato il Garmin 500 che ho provveduto immediatamente a caricare e portare con me nell’uscita, per fortuna la manualità acquisita nel tempo con il 305 del mio amico e con il mio Forerunner 310, hanno reso l’operazione molto semplice. La scelta del nuovo acquisto si è dimostrata azzeccata in quanto grazie all’altimetro barometrico la precisione delle quote è notevolmente migliorata, era praticamente impossibile fare affidamento al Forerunner in questo settore a causa dell’altimetro GPS.
Ero indeciso se optare per il 501, ma onestamente per l’utilizzo che ne debbo fare, questo articolo, seppur datato, fa tutto quello che a me è necessario.

Sveglia presto e partenza per le 8.30, il giro si è svolto in tranquillità e seguendo i miei ritmi, alle volte, specialmente se si deve affrontare una sorta di allenamento, affinché sia proficuo è meglio uscire da soli. Se siete costretti ad andare in giro con qualcuno più forte di voi (mi accade sempre praticamente) siete tentati di andar più forte di quanto possiate per non farlo aspettare, il risultato è che vi scoppiate subito.

Il giro, che è visibile su Garmin Connect a questo link, mentre su Strava.com a quest’altro, era preventivato con Portofino e Riva come mete, questo al fine di mettere km nelle gambe senza forzare esageratamente.
Così ho fatto, il tempo è stato dalla mia parte, non eccezionale ma almeno non è piovuto, che viste le previsioni è già qualcosa.
Al ritorno, giunto a Rapallo ho notato che non avevo affrontato un gran dislivello, così sono salito in direzione Montallegro con l’intento di portare l’ascesa totale ad almeno 1.000 m. questo è accaduto a San Maurizio, girata la bici sono tornato a valle ed ho spremuto le ultime energie rimaste a S.Pietro e S.Maria per un totale di 85 km che fanno dell’allenamento di oggi, il giro più lungo mai affrontato.

Sono molto soddisfatto, ma non ci siamo ancora, la strada è lunga per il chilometraggio e l’altimetrie richieste dalla maratona delle dolomiti.
Per Domenica prossima, se tutto andrà come deve, una sorpresa… incrociate le dita per me. A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *