Indiani d'America

La Storia
Fotografie
Links

Syndication

Chi era Tashunka Uitko?

immagine ©2006 Uitko.it Tashunka Uitko in lingua Oglala Sioux vuol dire Cavallo Pazzo (Crazy Horse). Questo è il nickname che adottai, quando entrai nel web, a causa della mia passione per la storia degli indiani d'america e da sempre mi ha accompagnato in qualsiasi cosa abbia combinato in internet.

In questo mio piccolo spazio voglio farvi conoscere quelli che sono i miei interessi, magari alcuni di voi non saranno interessati e andranno via subito, altri invece scopriranno cose nuove a cui magari si appassioneranno, ecco che un piccolo risultato sarà stato raggiunto.... buona navigazione!

Home
Trulli ritrova il podio!
Le notizie
lunedý 23 giugno 2008



formula1.jpgLa marca nipponica oggi aveva a cuore di onorare la memoria di Ove Andersson, scomparso alcuni giorni fa. Giungendo sul podio dopo due anni di assenza, Jarno Trulli realizza la prestazione ideale per questo giorno così particolare.

"Ecco un risultato eccellente ed un ottimo weekend per tutta la squadra. Abbiamo veramente fatto del nostro meglio perché volevamo dedicare questo risultato a Ove Andersson che ha fatto tanto per la Toyota Motorsport. Oggi avevamo un buon ritmo, anche se abbiamo dovuto batterci con vetture un po’ più veloci della nostra. Abbiamo lottato come dei leoni, ma è esattamente quello che la gente si aspetta da me e dalla squadra," ha detto Jarno Trulli .

"Quando è arrivatala pioggia a fine gara, sono stato molto prudente perché è difficile giudicare a che punto le condizioni sono brutte quando si è davanti. Alla fine ho ripreso il mio ritmo ed in seguito c’è stato un duello con Kovalainen, come ai tempi del karting. Il team non ha commesso errori oggi, i rifornimenti sono stati perfetti. Ci resta ancora molto da fare, ma possiamo essere soddisfatti della nostra giornata; Stiamo avanzando," ha aggiunto il pescarese.


"
è fantastico che Jarno sia terzo. E’ un risultato perfetto per lui e per la squadra," ha aggiunto Glock.
 
Iron Maiden in edicola
Le notizie
lunedý 23 giugno 2008

musica.jpgDal 23 giugno con Sorrisi e Panorama i 14 album originali che hanno segnato la storia del metal

Il prossimo 27 giugno saranno in Italia, sul palco del Gods of Metal all'Arena Parco Nord di Bologna. Pochi giorni prima, però, gli Iron Maiden avranno un altro appuntamento italiano: con Sorrisi, a partire dal 23 giugno, arriva la collezione completa dei loro album. È l'intera discografia della band, 14 dischi (originali) che hanno segnato la storia del metal, in edicola a coppie a soli 12,90 euro (due cd). Le uscite sono in ordine cronologico, quindi si parte con l'album di debutto «Iron Maiden» (1980) assieme a «Killers» (1981) e al cofanetto in omaggio. Potrete riascoltare «Prowler», «Running Free» e le altre hit degli esordi, poi il viaggio riprenderà il 30 giugno con le uscite successive.
La vostra canzone preferita? Tranquilli: ci sono tutte.

 
Iron Maiden free download!
Le notizie
mercoledý 14 maggio 2008

musica.jpgGli Iron Maiden, in occasione del prossimo tour, che sarà incentrato sopratutto sui vecchi successi, offrono ai fans la possibilità di scaricare il loro best of, in alta qualità audio digitale, direttamente dal loro sito, cliccate sull'immagine per scaricarlo!

bis_homepage.jpg
 
Testament, nuovo album
Le notizie
lunedý 05 maggio 2008
musica.jpgtestament.jpgIl nuovo album dei Testament è senza dubbio l’evento metallico dell’anno. Il ritorno dopo quasi dieci anni della band di Chuck Billy è un catalizzatore di attenzione che riunisce tutti i fan della nostra musica sotto un solo tetto, fatto di trepidazione e grandi aspettative. Il rischio di fronte a tanta tensione è quello di lasciarsi trascinare dell’entusiasmo e di trasformare in oro tutto quello che la band tocca o, al contrario, di chiudere la questione frettolosamente in modo critico e constatare che i tempi degli album in grado di cambiare la storia sono ormai alle nostre (loro) spalle. La cruda realtà è che “The Formation Of Damnation” è un buon album thrash, con un grande batterista, compatto e dotato una solidità notevole, ma è piuttosto lontano da quel capolavoro che ci si deve aspettare da una band seminale come i Testament. Il problema principale risiede nella omogeneità dei brani che sono tutti inseriti nel più scontato concetto di normalità stilistica che vi può venire in mente pensando alla parola thrash. Un’inerzia che viene purtroppo sottolineata continuamente dalle linee vocali esageratamente ripetitive di Chuck Billy che di certo non ha mai brillato per varietà, ma allo stesso tempo era sempre riuscito a caratterizzare i ritornelli con linee melodiche vincenti che qui invece stentano ad emergere anche dopo molti ascolti. A lasciare perplessi sono anche alcuni passaggi che sanno tremendamente di deja-vù e ricalcano palesemente sequenze del vecchio materiale, quasi a voler ricordare a chi ancora non ne fosse al corrente che la band si è riunita nella line-up di un tempo. Non a caso a far bella figura è soprattutto il “nuovo” Paul Bostaph che trasmette alle ritmiche una vibrazione costante in grado di tenere accesa quella fiammella di attenzione che ci porta fino alle fine del lavoro. Ottimo anche il lavoro solista dell’inappuntabile Skolnick che rimane una delle caratteristiche peculiari della band con il suo stile personalissimo. Nel complesso ci sono alcuni brani decisamente piacevoli come “More Than Meets The Eye”, “Henchman Ride” e “The Persecution Won’t Forget”. Manca però quella sensazione di unicità che ha fatto diventare titoli come “Disciples Of the Watch”, “Alone In The Dark” e “D.N.R.” tanto amati. Tocca accontentarsi per questa volta.  (recensione metallus.it)
 
New Trolls, 3░ concerto grosso
Le notizie
lunedý 17 marzo 2008
newtrolls.jpgCome forse qualcuno già saprà i New Trolls si sono riformati ed hanno composto un nuovo Concerto Grosso, il terzo, ed è davvero stupendo...
Molti pensano ai New Trolls solo come autori Sanremesi, niente di più istante è la realtà, invito tutti voi ad ascoltarli veramente in quello in cui riescono meglio, musica sinfonica mischiata al rock... davvero da levarsi il cappello
Questa è la famosa Adagio (Shadows) dal primo concerto
e questa è live dal terzo appena uscito ... (qualità un po' così così)

Comunque consiglio di approfondire il discorso, a chi non li conoscesse sotto questo aspetto, sul loro sito ufficiale!
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Pross. > Fine >>

Risultati 16 - 30 di 97