Indiani d'America

La Storia
Fotografie
Links
Home arrow Descrizione gioco
Subbuteo
Scritto da Uitko   
giovedý 27 luglio 2006

Il Subbuteo è un gioco da tavolo nel quale viene riprodotto, in miniatura, il gioco del calcio. Esistono inoltre edizioni "storiche" del gioco (prodotte in Gran Bretagna negli anni '50 del XX secolo) anche per il rugby, il cricket ed il calcetto.

Il gioco nacque in Gran Bretagna nel 1947 da un'idea dell'ornitologo Peter Adolph, che riprendeva, però, quella di un gioco già esistente dagli anni trenta, il New Footy, creato da W.L. Keelings.

Originariamente Adolph avrebbe voluto chiamare il gioco The Hobby: il termine in inglese significa passatempo, ma designa anche un tipo di falco diffuso - tra l'altro - in Toscana. Dal momento che però tale nome, secondo l'Ufficio Brevetti inglese, non era registrabile l'inventore del gioco prese in prestito parte del nome scientifico, in latino, corrispondente al significato alternativo del termine: quello, appunto, di falco subbuteo.

Il gioco ha avuto grande diffusione anche in Italia soprattutto durante gli anni anni '70 e '80. Nel corso degli anni '90 l'azienda produttrice del gioco (la Subbuteo Sports Games Ltd.) fu acquisita dall'azienda statunitense produttrice di giocattoli Hasbro la quale, però, nel 2000 interruppe la produzione del gioco considerandolo non più competitivo nei confronti dei nuovi videogame di argomento calcistico. La produzione del gioco è continuata, in Italia, fino al 2003 grazie ad una licenza concessa al distributore locale, la ditta Parodi.

Come nel football vero e proprio, le squadre sono composte da undici giocatori; nel gioco da tavolo questi ultimi sono rappresentati da figurini in plastica riproducenti le fattezze di giocatori di calcio e appoggiati ad una basetta semisferica appesantita da una piccola zavorra che permette - toccandoli con le dita - di spostarli e di calciare una sfera in plastica rappresentante il pallone di calcio e - abbassando il baricentro della figurina - di mantenerli in piedi al termine dell'azione. Il portiere (generalmente riprodotto in posizione di parata) viene invece manovrato dal giocatore per mezzo di un'apposita asticella.

Le regole sono derivate ed adattate a partire da quelle del calcio ed il gioco vanta milioni di appassionati di ogni età in ogni parte del mondo.

Originariamente le divise dei calciatorini erano dipinte a mano e molti giocatori le personalizzavano aggiungendo numeri e particolari tipici delle casacche ufficiali; successivamente sono state messe in commercio squadre con figurini e divise intercambiabili e riproducenti le fattezze dei reali giocatori delle varie squadre di calcio.

Voci correlate

Collegamenti esterni

articolo tratto da wikipedia